Collegamenti sponsorizzati

bonsai

Piccoli alberi con l'arte del Bonsai

L'arte del bonsai nasce in Oriente ma è diffusissima oramai nel nostro paese, tant'è che esistono associazioni e club in ogni regione italiana. Questi piccoli alberi che necessitano di moltissime attenzioni e cure sono rappresentazioni di pace e serenità e al tempo stesso di grande forza e stabilità. Vediamo in che cosa consiste l'arte del bonsai e dove poter trovare informazioni utili e dettagliate sulla coltivazione, le specie, gli stili.
 

Piccoli alberi con l'arte del Bonsai Collegamenti sponsorizzati

Bonsai è una parola giapponese composta di due ideogrammi, il primo del quale indica il termine bon, ovvero contenitore, il secondo, invece, il termine sai, cioè coltivare. L'arte del bonsai è proprio l'arte di ricreare alberi in piccoli formati, delle vere e proprie miniature. In pratica, coltivando la pianta in un piccolo contenitore, l'alberello assume la forma e la dimensione che gli si vuole dare senza stravolgerne le funzioni vitali. La tecnica del bonsai è di origine orientale, nata in Cina ma poi sviluppatasi in Giappone e proviene dall'arte chiamata seishi, cioè il dare forma, il coltivare. Gli alberelli possono assumere le più svariate forme tant'è che per gli orientali il bonsai è la rappresentazione dell'unione di arte e natura. Il bonsai richiede ovviamente tantissime cure e molta pazienza affinchè si sviluppi nella corretta maniera. Le radici del bonsai devono essere disposte a raggiera e la loro parte superiore deve essere visibile in superficie. Il tronco può essere eretto o sinuoso, a seconda dello stile utilizzato: gli stili, infatti sono moltissimi e vanno dallo stile eretto formale o casuale a quello spazzato dal vento, dai tronchi gemelli alla scopa rovesciata o a cascata, e via dicendo. Ogni stile è raggiungibile grazie a particolari cure e soprattutto a regole molto precise da seguire affinchè si ottenga il risultato desiderato. In alcune piante, come le conifere, il tronco del bonsai presenta alcune ferite della corteccia che rinforzano l'aspetto vissuto dell'alberello e che vengono chiamate in giapponese shari, sabamiki e jin. I rami sono sviluppati in modo da creare la chioma dell'albero, i più grandi verso i lati, i più piccoli verso la parte superiore o frontale. Le foglie sono piccole e va effettuata la pinzatura degli apici, cioè vanno eliminate le parti terminali spezzate o rovinate, e la defogliazione, cioè l'eliminazione delle foglie vecchie per permettere la rinascita delle nuove. Il bonsai può essere riprodotto in diverse maniere: per seme, per talea, da margotta, da piante da vivaio, da raccolta, da pre-bonsai. Nel caso della riproduzione del bonsai con seme, questa va effettuata in primavera o in autunno, a seconda della pianta scelta. I semi vanno piantati in sabbia e torba in un vaso durante l'inverno, coperti con un vetro o altro materiale trasparente per poi ottenere delle piantine in primavera. La coltivazione per seme richiede molto tempo poichè le piante impiegheranno anche anni prima di svilupparsi. Per il metodo a talea si può utilizzare un ramo giovane nel periodo di metà estate o un ramo vecchio in autunno, utilizzando per entrambi lo stesso metodo di riproduzione: privarli delle foglie, lasciare una parte di corteccia, piantarli in sabbia e torba e tenerli lontano dai raggi diretti del sole. La margotta è una tecnica più complicata poichè consiste nel far radicare un ramo direttamente sulla pianta da un ramo già esistente. La riproduzione in vivai e negozi specializzati è invece molto più semplice per chi non è esperto, anche se molto spesso le piante non sono state coltivate secondo le regole del bonsai e quindi possono risultare troppo alte o con rami non adeguati. La raccolta del bonsai può essere effettuata in terreni privati in autunno e primavera, tagliando la zolla di terra in cui si trovano le radici della pianta e rinvasandola successivamente. Infine esistono i pre-bonsai che sono acquistabili in vivai e negozi specializzati, che sono delle piante sviluppate secondo le giuste regole del bonsai, ovviamente con un costo maggiore rispetto le altre. Istruzioni più complete e dettagliate per districarsi nel particolare e complesso mondo del bonsai vengono da Hobbybonsai , sito interamente dedicato all'arte del bonsai con schede sulle tecniche, gli stili, gli innesti, la potatura, il rinvaso e molto altro ancora, ottimo per ottenere le informazioni base per chi si avvicinasse a quest'arte. Su Easybonsai oltre a tutte le informazioni generali sul bonsai e la coltivazione troviamo le schede dettagliate delle piante e curiosità come proverbi e barzellette sui bonsai. Altro sito di riferimento per conoscere il bonsai e coltivarlo è Bonsainet  con schede sui bonsai e un forum dedicato agli amanti del bonsai. Per chi volesse avere conoscenze più specifiche esistono delle vere e proprie scuole di bonsai, come Bonsai Creativo  nel cui sito sono disponibili informazioni sulla scuola, sull'Accademia, sui concorsi e sui corsi relativi al bonsai e la Scuola D'Arte Bonsai  di Milano. Molto utile e ricco di informazione anche il sito dell'Unione dei Bonsaisti Italiani  con tutte le informazioni sulle associazioni e i club d'Italia dedicati al bonsai, le pubblicazioni, gli eventi e el manifestazioni.    

 

Regalo Mini Corsi
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta